Il territorio regionale

La Regione Sardegna ha una superficie di circa 24.000 kmq con una popolazione di 1,66 milioni di persone. Il territorio è prevalentemente montuoso, caratterizzato da massicci altopiani e gruppi collinari disposti in maniera irregolare. L'unica vasta area pianeggiante è quella del Campidano, che si estende per circa 110 km tra il Golfo di Cagliari e quello di Oristano. La costa si sviluppa per circa 24.100 km2 di litorale a tratti sabbioso e roccioso.
La Regione Sardegna è caratterizzata da un importante rete infrastrutturale di trasporto in continuo ammodernamento. Le principali strade di raccordo tra le maggiori città dell’isola sono la Strada Statale 131, 130 e 125. L’isola è servita da 3 aeroporti, l’aeroporto principale della Regione è Cagliari-Elmas che dista pochi chilometri dal centro urbano, seguono l’aeroporto di Olbia e Alghero. I collegamenti via mare sono garantiti attraverso i 5 porti principali situati a Cagliari, Golfo Aranci, Porto Torres, Arbatax e Oristano.
Il territorio regionale è suddiviso in 377 comuni che confluiscono in 8 Province.

Le aree industriali si articolano in Consorzi Industriali e Piani per gli Insediamenti Produttivi (P.I.P.), strumenti di pianificazione urbanistica attuativa volti a garantire l’organizzazione funzionale e coordinata delle aree destinate al sistema produttivo dai Piani Urbanistici Comunali. In ogni insediamento industriale, in misura differente a seconda della vocazione economica del territorio e delle risorse naturali, sono insediate attività produttive di tipo industriale, commerciale e artigianale, servite dalle principali infrastrutture necessarie alle attività (urbanizzazione primaria, logistica e trasporti).
Con un importante passato nel settore della chimica, delle miniere, delle cave e delle saline, la Regione Sardegna si è trovata nello scorso decennio ad affrontare un periodo di forte crisi industriale, durante il quale le politiche industriali regionali si sono rinnovate nello sforzo di allinearsi alle politiche europee. In particolare si è resa evidente la necessità di armonizzare la produzione industriale con la tutela dell’ambiente, la riqualificazione e bonifica delle aree industriali, la riconversione delle reti di distribuzione ed il sostegno allo sviluppo professionale e all’esportazione, puntando fortemente sulla qualità e sulle vocazioni territoriali locali.

LE RISORSE E GLI INCENTIVI

Al fine di favorire la competitività, l’innovazione e l’attrattività dell’isola, l’amministrazione regionale mette a disposizione una serie di azioni volte a sostenere lo sviluppo dell’attività d’impresa, e di incentivi finanziari altamente attrattivi a favore degli investitori, attraverso i quali intende promuovere l’accessibilità, la valorizzazione delle risorse ambientali e storico-culturali e lo sviluppo economico dell’intera isola.
Azione strategica per il sostegno agli imprenditori è quella finalizzata alla semplificazione e razionalizzare delle procedure amministrative inerenti il sistema produttivo: a tal fine la Regione Sardegna ha promosso e sostenuto l'attivazione del SUAP (Sportello Unico per le attività produttive) presso i Comuni del territorio regionale. Il SUAP è l’interfaccia unica per tutti i procedimenti amministrativi inerenti l'attività economica e produttiva.
Sempre allo stesso fine, inoltre, la Regione Sardegna ha avviato un tavolo regionale permanente per la semplificazione normativa e un nucleo tecnico per la semplificazione delle norme e delle procedure, che vigilano e operano attivamente per ridurre i costi e gli oneri che gravano su cittadini e imprese, attraverso lo snellimento delle procedure e il riordino dell’apparato normativo.
Gli incentivi messi in campo dall’amministrazione regionale volti a favorire l’occupazione e lo sviluppo d’impresa sono:
Fondo PISL-POIC FSE ha l’obiettivo di sostenere lo sviluppo delle capacità imprenditoriali e dell’occupazione nel territorio regionale, in particolare si articola in due tipologie d’intervento:

1. PISL - Progetti Integrati per lo Sviluppo Locale (https://www.sfirs.it/pislpoicfse/)

2. POIC - Progetti Operativi per l’Imprenditorialità Comunale ( https://www.sfirs.it/pislpoicfse/)

FRAI - Fondo per la Reindustrializzazione delle Aree Industriali: intende sostenere i processi di reindustrializzazione finanziando l’acquisto di fabbricati industriali o di interi compendi aziendali industriali localizzati in aree di insediamento industriale e nelle aree di crisi e territori svantaggiati. (http://www.sfirs.it/fondofrai/)

Molteplici sono anche le opportunità di finanziamento Europee: collocandosi nell’obiettivo “competitività regionale e occupazione” l'Isola beneficia per il periodo 2014-2020 di risorse comunitarie provenienti dai Fondi Strutturali:
• FESR - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (http://ec.europa.eu/regional_policy/index.cfm/it/funding/erdf/)
• FSE - Fondo Sociale Europeo (http://ec.europa.eu/esf/home.jsp?langId=it)

Inoltre la Regione Sardegna incentiva l’alta formazione e lo sviluppo di professionalità sempre più specializzate, attraverso programmi di formazione e incentivi per percorsi formativi da effettuarsi anche all’estero.
La Ricerca e lo Sviluppo, infine, sono fortemente valorizzati, anche attraverso Enti dedicati, quali Sardegna Ricerche, Porto Conte Ricerche, il CRS4 e le Università.

Condividi su: